Quante imprese beneficiano di uno statuto fiscale speciale?

Attualmente, circa 24’000 società beneficiano di statuti speciali nei Cantoni. I profitti che realizzano all’estero sono tassati in maniera privilegiata. Fanno parte di queste imprese non solamente gruppi stranieri, ma anche molte imprese svizzere.

Cosa comporta questo sistema per la Svizzera?


Per l’economia nazionale e le entrate fiscali in Svizzera, queste società a statuto fiscale speciale svolgono un ruolo molto importante. Esse impiegano circa 150’000 collaboratori. A livello federale, apportano più di 4 miliardi di franchi alla Confederazione, ossia la metà dell’imposta sull’utile. Per esempio, questo contributo rappresenta l’insieme delle spese federali a favore della formazione e della ricerca. Ai Cantoni, queste imprese forniscono circa 2 miliardi di franchi di entrate fiscali. Queste società intrattengono inoltre delle solide relazioni con le imprese e i fornitori locali.  È decisivo, quindi, che queste imprese restino nel nostro paese.

Dov’è principalmente il problema?

Siccome queste imprese attive internazionalmente realizzano profitti anche all’estero, le leggi tributarie in Svizzera e all’estero devono essere compatibili tra di loro. Tuttavia non è più così. Le disposizioni fiscali che permettono di trasferire legalmente gli utili in paesi più vantaggiosi non sono più accettate.

Che cosa deve fare la Svizzera per conformarsi?

Affinché un sistema fiscale sia nuovamente accettato a livello internazionale, le sue lacune (possibilità di trasferire gli utili in paesi più vantaggiosi) devono essere colmate. Per questo un centinaio di paesi in tutto il mondo, guidati dall’OCSE e dal G20, hanno sviluppato congiuntamente nuove direttive fiscali. I partecipanti si sono impegnati ad adattare i loro sistemi fiscali agli standard minimi.

Noi manteniamo i nostri impegni!

Anche la Svizzera si è impegnata in questo processo. Non può e non vuole sottrarsi agli sviluppi internazionali e sta quindi adattando il suo sistema fiscale.

Perché dobbiamo avanzare rapidamente?

Grazie alla riforma fiscale, il consenso internazionale sarà nuovamente assicurato, la Svizzera manterrà la sua attrattività e, in questo modo, le entrate fiscali saranno garantite a lungo termine. È questa la ragione per la quale la Confederazione insiste nei confronti dei Cantoni, ma anche dei Comuni, affinché venga accettata velocemente la riforma, così da poter garantire le future entrate fiscali.

Abbonatevi alla nostra newsletter!